DISTURBO OSSESSIVO-COMPULSIVO

  1. 1. Cos'è
  2. 2. Ossessioni
  3. 3. Compulsioni
  4. 4. Conseguenze
  5. 5. Come si può curare

Come si può curare il disturbo ossessivo-compulsivo

In molti casi la terapia di prima scelta per il disturbo ossessivo-compulsivo prevede l'utilizzo di farmaci che presentano un'azione antiossessiva. La risposta al trattamento avviene in genere dopo qualche settimana.

Nel frattempo si può associare una terapia ansiolitica, utile per ridurre l'ansia fin dall'inizio.

Quando il farmaco antiossessivo inizia a liberare – almeno in parte – il paziente dall'ansia e dalla pressione causate dalle ossessioni, sarà possibile attuare interventi psicoterapeutici di tipo cognitivo-comportamentale.

Una psicoterapia mirata consente di elaborare strategie utili nella gestione delle ossessioni e delle compulsioni affinché si presentino sempre meno, fino a poter sparire del tutto.

Per la gestione di sintomi lievi o non eccessivamente disturbanti può essere possibile utilizzare unicamente la psicoterapia cognitivo-comportamentale, in assenza di una terapia farmacologica.

 Ti interessa?

La paura dello psichiatra

Hai bisogno di aiuto ma andare da uno specialista ti sembra troppo?