VIVERE SERENI CON MENO STRESS

  1. 1. Prendersi cura del proprio benessere
  2. 2. Sentirsi più sereni
  3. 3. Gestire lo stress e i momenti di vita critici

Gestire lo stress e i momenti di vita critici

Ancora troppo poco viene fatto, a mio avviso, per aiutare le persone non tanto a combattere, quanto a prevenire le condizioni di stress, spesso causate da uno stile di vita non adatto al fisiologico funzionamento dell'essere umano.

Il mio obiettivo è aiutare a gestire i sintomi da stress più o meno gravi e insegnare a prevenirli grazie a una maggiore consapevolezza di sé e dei propri bisogni.

Questo è possibile iniziando a:

  • fissare obiettivi ragionevoli
  • porre i giusti limiti alle richieste che provengono da se stessi e dagli altri


Come riconoscere lo stress

E' opportuno parlare di stress quando il dispendio di energie è sproporzionato rispetto alle risorse psicofisiche di una persona. Una macchina complessa e sofisticata come il corpo umano ha bisogno di dosare adeguatamente le proprie forze e ricaricare periodicamente le "batterie" per mantenersi efficiente e in equilibrio.

Sappiamo che gli impegni quotidiani obbligano spesso a un utilizzo eccessivo di energie fisiche e mentali. Questo sovraccarico può causare sintomi psicosomatici per i quali viene di solito consultato il medico di base, ad esempio per prescrivere una "cura ricostituente".

Alcuni di questi sintomi sono:

  • dolori o bruciori allo stomaco
  • mancanza di appetito
  • mal di testa
  • eccessiva stanchezza
  • nervosismo
  • insonnia

Questi sintomi, sia fisici che mentali, rappresentano il segnale che qualcosa non va, che si sta chiedendo troppo a se stessi. I sintomi da stress appena descritti hanno in genere una prognosi favorevole, non essendo l'espressione diretta di una patologia d'organo.


Intervenire sulle cause

E' importante non sottovalutare questi disagi e non limitarsi a curare solo i sintomi più evidenti. Al contrario, occorre agire il più possibile sulle cause scatenanti, per evitare che lo stress diventi cronico e possa portare, in alcuni casi, allo sviluppo di importanti sintomi ansiosi o di una sindrome depressiva.

Le più diffuse cause di stress sono:

  • contrasti frequenti in famiglia, in campo sentimentale o lavorativo
  • mancanza di adeguato riposo o di sonno notturno
  • difficoltà a concedersi momenti di svago o dedicati alla cura di sé
  • mancanza di esercizio fisico

La "predisposizione" allo stress

Prevenire lo stress significa non solo cercare di riconoscere e limitarne i fattori scatenanti, ma soprattutto individuare gli aspetti della personalità che possono rendere alcuni individui più vulnerabili allo stress rispetto ad altri.

Le persone con una maggiore predisposizione allo sviluppo di sintomi da stress, tendono ad avere le seguenti caratteristiche:

  • propensione esagerata a voler essere perfetti
  • atteggiamento eccessivamente critico e severo verso se stessi
  • bassa autostima
  • scarsa disponibilità ad aprirsi, a condividere le proprie sofferenze
  • difficoltà a delegare, a lavorare in gruppo
  • tendenza a caricare tutto sulle proprie spalle

 Ti interessa?

La trappola del perfezionismo

Severità di giudizio, pignoleria, insoddisfazione: essere troppo perfetti può far male alla salute.